Contributi per la biodiversità

La biodiversità è la varietà della vita ed è la base per numerosi servizi ecosistemici quali l’impollinazione, la regolazione naturale dei parassiti o la creazione di spazi ricreativi a beneficio di tutta la società.

Nel corso degli anni si è verificata una drastica perdita di habitat pregiati per la biodiversità in agricoltura, riconducibile anche alla crescente meccanizzazione e a uno sfruttamento più intensivo dei terreni.

Mediante i contributi per la biodiversità la Confederazione intende contrastare questa evoluzione e indennizzare gli agricoltori che utilizzano in modo adeguato le loro superfici. In particolare l’obiettivo è evitare la perdita di specie prioritarie e di habitat pregiati riscontrabili sulla superficie agricola utile e nella regione d’estivazione. Mediante gli obiettivi definiti nel quadro dei contributi per la biodiversità e le rispettive misure s’intende contribuire al raggiungimento degli Obiettivi ambientali per l’agricoltura (rapporto 2008 e rapporto sullo stato 2016).

Vengono stanziati due tipi di contributi. Le cosiddette superfici per la promozione della biodiversità (SPB) sono promosse mediante contributi per la qualità (con due livelli qualitativi) e contributi per l'interconnessione. I primi sono finanziati integralmente dalla Confederazione. I secondi, invece, sono finanziati dalla Confederazione nella misura del 90 per cento al massimo e il finanziamento residuo viene garantito da Cantoni, Comuni o promotori privati.

Informazioni complementari

Documentazione

Ultima modifica 02.03.2021

Inizio pagina

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/instrumente/direktzahlungen/biodiversitaetsbeitraege.html