Food Systems Summit

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha invitato i capi di Stato a partecipare al Vertice sui sistemi alimentari (di seguito «Vertice») svoltosi nell’ambito dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. I sistemi alimentari attuali concorrono in misura sostanziale alle grandi sfide con cui siamo confrontati come, ad esempio, il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità o la malnutrizione. La svolta sostenibile è parte integrante della risposta a queste sfide e contribuisce all’attuazione dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile. Più di 150 Stati membri hanno presentato le loro tabelle di marcia in vista della trasformazione dei rispettivi sistemi alimentari nonché illustrato come intendono impegnarsi in seno alle coalizioni internazionali e alle iniziative multi stakeholder createsi nel contesto del Vertice. Sebbene sia stato il momento centrale di un processo di preparazione molto ampio e inclusivo protrattosi per un anno e mezzo, il Vertice ha segnato solo il punto di partenza dei lavori futuri che mirano a trasformare i sistemi alimentari entro il 2030 in tutto il mondo.

Nella sua dichiarazione, il Presidente della Confederazione Guy Parmelin ha evocato lo stretto legame esistente tra la trasformazione dei sistemi alimentari e l’attuazione dell’Agenda 2030. In questo contesto, ha presentato la Strategia per uno sviluppo sostenibile 2030 (SSS 2030) del Consiglio federale, elemento imprescindibile della tabella di marcia della Svizzera in vista della trasformazione dei sistemi alimentari. Inoltre ha annunciato la partecipazione del nostro Paese alle coalizioni d’azione incentrate sull’agroecologia e sull’alimentazione sana e sostenibile. Infine il Presidente della Confederazione ha sottolineato l’impegno della Svizzera a favore dei diritti umani e delle forme di governance partecipative, ribadendo l’importante ruolo dei giovani.

Per sostenere i provvedimenti successivi al Vertice, il Segretario generale delle Nazioni Unite ha annunciato la creazione di un centro di coordinamento, diretto congiuntamente dalle agenzie dell’ONU con sede a Roma in collaborazione con altre agenzie dell’ONU e partner non governativi, che fa capo a strutture esistenti. Questo centro sosterrà l’attuazione delle tabelle di marcia nazionali e assicurerà la collaborazione con il Comitato della sicurezza alimentare mondiale e altri processi intergovernativi. Il Segretario generale presenterà i rapporti annuali concernenti i progressi compiuti in relazione ai provvedimenti successivi al Vertice e a cadenza biennale convocherà una riunione mondiale di bilancio per valutare il contributo fornito da questo processo all’attuazione dell’Agenda 2030.

Dal profilo della Svizzera, il Vertice delle Nazioni Unite sui sistemi alimentari può essere considerato un successo. Con il suo ruolo di capofila in iniziative come il Programma delle Nazioni Unite «One Planet Network» sui sistemi alimentari sostenibili, a livello internazionale l’Ufficio federale dell’agricoltura promuove un approccio olistico verso sistemi alimentari più sostenibili già da una decina di anni. Questi sforzi hanno dato i loro frutti e la necessità di una trasformazione è ormai riconosciuta a livello globale. L’UFAG continuerà a prodigarsi per sistemi alimentari sostenibili, tra le altre cose nell’ambito di One Planet Network e nella coalizione incentrata sull’agroecologia nonché attraverso l’attuazione della SSS 2030.

Ultima modifica 11.10.2021

Inizio pagina

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/international/nachhaltigkeit/2030-agenda-fuer-nachhaltige-entwicklung/foodsystemssummit.html