Uova

La produzione svizzera di uova e il consumo pro capite raggiungono nuovi valori record

Berna, 12 aprile 2022: Il mercato svizzero delle uova è cresciuto ancora. Tuttavia nel 2021, il secondo «anno del COVID-19», si sono registrate variazioni rispetto al 2020. La produzione indigena è aumentata ulteriormente, attestandosi a 1,145 miliardi di uova, con una crescita rispetto al 2020 del 7,7 per cento. Il consumo di uova in guscio nel commercio al dettaglio è passato da 943 a 901 milioni di uova (- 4,4 %). Le vendite di uova nel commercio all’ingrosso hanno pressoché raggiunto il livello del 2019, ovvero quello precedente alla pandemia. Il settore della trasformazione delle uova svizzere ha segnato un forte aumento. Nel 2020 sono stati trasformati 118 milioni di uova, nel 2021, invece, 135 milioni di pezzi, segnando un incremento del 14,4 per cento.
eier i

Per poter inquadrare meglio gli anni della pandemia 2020 e 2021, di seguito sono considerati periodi da 5 fino a 10 anni. In tal modo si illustrano gli sviluppi straordinari degli scorsi due anni nel contesto generale del mercato delle uova, consentendo di differenziare le tendenze generali da effetti particolari.

Ulteriore crescita della produzione

A causa della crescente domanda di uova svizzere, la produzione indigena nel 2021 è aumentata ulteriormente e, secondo Aviforum, con 1145 milioni di pezzi, ha raggiunto un nuovo picco. Rispetto all’anno precedente, la produzione è aumentata del 7,7 per cento, segnando il tasso di crescita più elevato negli ultimi dieci anni. La maggior produzione è riconducibile a nuove unità di produzione e quindi a più ovaiole. La produzione di uova per gallina ovaiola nel complesso è rimasta costante, con una prestazione stimata di 340 uova per animale. All’interno della produzione, prosegue la tendenza verso l’allevamento all’aperto e il biologico, mentre l’allevamento al suolo perde costantemente importanza. Rispetto al 2020, la produzione di uova biologiche è aumentata dell’11 per cento, quella di uova da allevamento all’aperto del 5 per cento. La produzione di uova da allevamento al suolo invece è diminuita dell’11 per cento.

Nell’ultimo decennio la produzione indigena è passata da 765 a 1145 milioni di uova. In cifre assolute questo corrisponde a un incremento di 380 milioni di pezzi e a una crescita relativa del 50 per cento. L’incremento è riconducibile alla produzione da allevamento all’aperto e del comparto biologico. La prima dal 2012 è quasi triplicata, passando da 156 a 445 milioni di pezzi (+185 %), la seconda, aumentata da 105 a 219 milioni di pezzi, è più che raddoppiata (+107 %). Di conseguenza vi è stato un calo nella produzione di uova da allevamento al suolo, passata da 94 a 73 milioni di pezzi, con una flessione del 23 per cento. Considerando il periodo dal 2015, il calo delle uova da allevamento al suolo è ancora più marcato, con una diminuzione di 47 milioni di pezzi. La categoria allevamento al suolo / all’aperto nel tempo è rimasta costante con alcune oscillazioni. In questa categoria le uova non possono essere classificate in maniera univoca a un sistema di produzione.

Quota indigena in crescita


Informazioni complementari

Ultima modifica 11.04.2022

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell'agricoltura UFAG Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna
Svizzera
Tel
+41 58 462 25 11
Fax
+41 58 462 26 34

e-mail

Stampare contatto

Mappa

Ufficio federale dell'agricoltura UFAG

Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna

map of Schwarzenburgstrasse 165<br>
		3003 Berna

Mostrare mappa

Stampare contatto

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/markt/marktbeobachtung/eier.html