Frutta e verdura

Gli acquisti all'estero sempre più apprezzati

Berna, 21 giugno 2018: Tra il 2014 e il 2017 gli acquisti all'estero nel settore frutta e verdura sono aumentati. Nel 2017, rispetto a tre anni fa, si è registrato un aumento degli acquisti di frutta (+32 %), di verdura (incl. patate, +10 %) e di succhi (+29 %).
grafik_i.JPG
Quota di acquisti all'estero risp. agli acquisti totali (ø2014-17)
  Q. acquisti Valore acquisti
Frutta 3.09% 2.55%
Verdura 3.81% 2.91%
Succhi 1.39% 1.50%

Nel 2017 in Svizzera i quantitativi acquistati sono aumentati rispetto al 2014 del 7,8 per cento (frutta) e del 2,1 per cento (verdura) mentre per i succhi sono diminuiti del 2,3 per cento. Gli acquisti all'estero, nonostante la netta crescita, ammontano tuttavia a meno del 5 per cento del totale degli acquisti delle economie domestiche per quanto riguarda frutta, verdura e succhi (cfr. tabella). Ciò si evince dall'analisi degli acquisti di un campione rappresentativo di circa 3'000 economie domestiche svizzere che partecipano al pannello dei consumatori Nielsen (cfr. riquadro). I tassi di crescita annuali dei quantitativi e delle uscite delle economie domestiche sono rappresentati nel grafico.

Costantemente in crescita gli acquisti all'estero di frutta

Mentre gli acquisti all'estero di frutta nel periodo considerato aumentano di anno in anno, la verdura e i succhi presentano anche anni in cui il volume degli acquisti è diminuito rispetto a quello dell'anno precedente. Il maggior incremento c'è stato per la frutta e i succhi nel 2015, anno in cui il volume degli acquisti all'estero è aumentato rispettivamente del 16 e del 21 per cento rispetto all'anno precedente. Il forte apprezzamento del franco all'inizio del 2015 può aver dato incentivi all'acquisto dei prodotti esteri venduti in euro. Per la verdura, invece, gli acquisti all'estero sono lievemente diminuiti in questo periodo. Nell'anno successivo si è verificato un notevole aumento del volume degli acquisti (+24 %) a cui è seguito nuovamente un calo del 9 per cento.

La crescita delle uscite delle economie domestiche all'estero per le verdure segue un andamento simile a quello del volume. Per frutta e succhi il volume degli acquisti tra il 2014 e il 2015 ha segnato la maggiore crescita, mentre il valore della merce tra il 2016 e il 2017 ha registrato la crescita più forte. In base alle maggiori uscite per frutta e succhi nonché al calo dei quantitativi per la verdura, anche nel 2017 i prezzi medi dei prodotti acquistati per tutti e tre i segmenti sono aumentati rispetto all'anno precedente (cfr. grafico).

Acquisti all'estero di verdura, i più significativi

Considerando la quota degli acquisti all'estero rispetto al totale del volume degli acquisti si evince che gli acquisti all'estero nel settore verdura sono più significativi rispetto a frutta e succhi. Nella media degli anni 2014-2017 le economie domestiche svizzere hanno acquistato il 3,8 per cento della verdura all'estero. Per la frutta si è trattato del 3,1 per cento e per i succhi dell'1,4 per cento.

Un'immagine simile si riscontra considerando le uscite per gli acquisti all'estero. Rispetto alle quote quantitative, quelle commisurate alle spese totali per verdura e frutta sono leggermente più basse, per i succhi, invece, sono un po’ più elevate. Tale differenza tra i prodotti freschi e i succhi è riconducibile a un confronto dei prezzi medi tra gli acquisti all'estero e quelli in Svizzera.

grafik_i_unten.JPG

All'estero si acquistano succhi più cari

Sorprende poco il fatto che il prezzo medio di frutta e verdura acquistata all'estero ogni anno sia nettamente inferiore rispetto a quello dei prodotti acquistati in Svizzera. Per quanto riguarda i succhi acquistati all'estero è stato interessante notare che in media sono più cari rispetto a quelli acquistati in Svizzera (eccezione 2016). Confrontando i prezzi medi occorre prestare attenzione al fatto che la composizione dei gruppi di prodotti può differire. Per i succhi potrebbe essere fondamentale che le economie domestiche all'estero acquistino meno succhi del segmento di prezzo più conveniente ma cerchino maggiormente articoli di marca che lì sono più convenienti rispetto alla Svizzera o eventualmente in Svizzera non sono per niente disponibili.

Nel complesso si evince che le economie domestiche svizzere analizzate all'estero per frutta e verdura fresche ricorrono a prodotti in confronto più convenienti mentre per i succhi acquistano prodotti piuttosto di prezzo elevato

Il pannello dei consumatori

Al pannello dei consumatori di Nielsen Svizzera partecipano circa 3'000 economie domestiche della Svizzera tedesca e romanda (escl. Ticino). Si registrano i dati relativi agli acquisti di ogni membro dell'economia domestica nell'arco di tutto l'anno. Concretamente vanno indicati i quantitativi e le uscite di tutti i prodotti acquistati dalle economie domestiche.

In questi dati è registrato anche il luogo di acquisto. Questo consente una differenziazione tra gli acquisti all'estero e in Svizzera. Gli acquisti nei Paesi europei sono indicati dall'economia domestica in euro e convertiti in franchi nella banca dati di Nielsen.

 

 


Informazioni complementari

Ultima modifica 12.07.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell'agricoltura UFAG Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna
Svizzera
Tel
+41 58 462 25 11
Fax
+41 58 462 26 34

e-mail

Stampare contatto

Mappa

Ufficio federale dell'agricoltura UFAG

Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna

map of Schwarzenburgstrasse 165<br>
		3003 Berna

Mostrare mappa

Stampare contatto

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/markt/marktbeobachtung/fruechte-und-gemuese.html