Stati non membri dell’UE

Mediante determinate merci, in particolare il materiale vegetale fresco, possono essere diffusi parassiti e malattie dei vegetali in nuove zone. Per evitare questo rischio sono vietate l’importazione e l’esportazione di tali merci oppure sono vincolate a determinate condizioni.  

Per «Stati non membri dell’UE» s’intendono tutti gli Stati al di fuori della Svizzera, del Principato del Liechtenstein e degli Stati membri dell’Unione europea (UE). Anche le isole Canarie, Ceuta, Melilla e i dipartimenti e i territori francesi d’oltremare sono considerati dal punto di vista fitosanitario «Stati non membri dell’UE». 

 

 

Importazione

L’importazione di materiale vegetale fresco (non vietato, v. sotto) proveniente da Stati non membri dell’UE è possibile soltanto con un certificato fitosanitario. Ciò concerne per esempio piante, frutta, verdura, fiori recisi, sementi e altre parti di vegetali freschi. Il certificato fitosanitario deve essere richiesto presso il servizio fitosanitario del Paese d’esportazione. I frutti di ananas, noce di cocco, durian, banano e dattero sono gli unici che continuano a poter essere importati in Svizzera e nell’UE senza certificato fitosanitario da tutti i Paesi.

Ai fini dell’importazione determinate merci, oltre a essere scortate dal certificato fitosanitario, devono adempiere prescrizioni specifiche delle merci (v. Promemoria 1) e sono controllate al momento dell’importazione dal servizio fitosanitario competente.

Le aziende che vogliono importare merci con obbligo del certificato provenienti da Stati non membri dell’UE devono notificarlo al SFF (obbligo di notifica aziendale). Gli invii d’importazione contenenti merci con obbligo di certificato vanno generalmente notificati al Servizio fitosanitario federale (SFF) al più tardi un giorno prima dell’importazione. La notifica d’importazione deve avvenire attraverso l’applicazione web Trade Control and Expert System (TRACES). Per maggiori dettagli in merito si rinvia alla rubrica «Procedura di notifica per importazioni da Paesi terzi» (v. sotto). Gli uffici del SFF in cui si svolgono i controlli fitosanitari all’importazione, si trovano negli aeroporti di Zurigo e Ginevra. Per gli invii non notificati è necessario prevedere un ritardo nello sdoganamento dal profilo fitosanitario. Per informazioni sulla procedura d’importazione si rimanda alla rubrica «Procedura di notifica Importazione da Stati terzi» (v. sotto). Sono fatte salve le disposizioni per le specie vegetali protette (CITES). Informazioni sulla protezione delle specie sono disponibili presso l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV).

 

Esportazione

Per l'esportazione in Stati non membri dell'UE si applica la legislazione del Paese destinatario. Nella maggior parte dei casi è necessario un certificato fitosanitario (phytosanitary certificate). Il certificato fitosanitario può essere compilato online. Il Servizio fitosanitario Agroscope (SFA) è responsabile per il rilascio dei certificati per merci agricole. I certificati per piante forestali e legno sono rilasciati dal competente servizio dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

È opportuno informarsi il più presto possibile in merito alle norme d’importazione del Paese destinatario applicabili alle merci specifiche. Alcuni Paesi rilasciano autorizzazioni all’importazione, ma richiedono controlli supplementari sul campo o analisi di laboratorio. Le autorizzazioni all’importazione e ulteriori documenti vanno inoltrati unitamente alla richiesta online di rilascio di un certificato fitosanitario.

In ogni caso è raccomandato che il destinatario della merce si informi presso il competente servizio nel Paese destinatario sui vigenti requisiti fitosanitari e che li comunichi all'esportatore per la richiesta del certificato fitosanitario. 

Per il legno da imballaggio si applicano disposizioni speciali (ISPM-15).

 

 

Indirizzi dei servizi fitosanitari nazionali nel Paese destinatario:

 

Informazioni complementari

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell’agricoltura UFAG Servizio fitosanitario federale SFF
Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna
Tel.
+41 58 462 25 50
fax
+41 58 462 26 34

phyto@blw.admin.ch

www.salute-dei-vegetali.ch

Stampare contatto

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/nachhaltige-produktion/Pflanzengesundheit/handelmitpflanzenmaterial/nicht-eu-laender.html