Stati non membri dell’UE

I vegetali e le parti di vegetali portati con sé dall’estero possono essere infestati da malattie e da parassiti di vegetali pericolosi. Dal 1° gennaio 2020 per l’importazione di merci vegetali provenienti da Stati non membri dell’UE vigono nuove restrizioni legali, analogamente all’UE.

 

È vietato portare con sé in Svizzera vegetali, frutta, verdura, fiori recisi, sementi e altre parti di vegetali freschi, terra e determinato legno di ritorno da Stati non membri dell’UE, dalle isole Canarie, Ceuta, Melilla e dai territori d’oltremare francesi.

 

A seguito di un controllo in dogana («Merci da dichiarare») eseguito dal Servizio fitosanitario federale SFF, l’importazione di materiale vegetale può essere autorizzata a condizione che questo sia scortato da un certificato fitosanitario del Paese di origine. L’importazione di merci ad alto rischio (patate, terra, foglie di Citrus, ecc.) è vietata in qualsiasi caso.

Eccezioni

I frutti di ananas, noce di cocco, durian, banano e dattero possono continuare a essere portati in Svizzera e nell’UE di ritorno da tutti i Paesi e senza controllo.

 

Informazioni complementari

Ultima modifica 15.04.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell’agricoltura UFAG Servizio fitosanitario federale SFF
Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna
Tel.
+41 58 462 25 50
fax
+41 58 462 26 34

phyto@blw.admin.ch

www.salute-dei-vegetali.ch

Stampare contatto

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/nachhaltige-produktion/Pflanzengesundheit/wasmussichbeachten/nichteulaender2.html