Procedura di omologazione

Dalle prime applicazioni, negli anni '40, dei moderni prodotti fitosanitari sono stati sviluppati innumerevoli principi attivi e relative varianti. Alcuni non hanno avuto gli effetti sperati e altri hanno addirittura provocato danni indesiderati all'ambiente, agli animali, alle piante o all'uomo. Per evitare tali effetti collaterali, oggi vige una procedura di omologazione molto accurata per i prodotti fitosanitari. Per ogni nuovo principio attivo, nuovo prodotto o anche in caso di variazione delle componenti di un prodotto già esistente vengono appurati con massima perizia gli effetti collaterali e la sicurezza. Soltanto quando è sicuro che il PF, se impiegato secondo le prescrizioni d'uso, non provoca alcun effetto collaterale su uomo, animali e ambiente, si procede all'omologazione e all'autorizzazione per la messa in commercio. Infatti senza omologazione il PF non può essere commercializzato.
La vigente ordinanza sui prodotti fitosanitari è la base legale per l'omologazione di PF. È costantemente armonizzata con la normativa UE così da poter garantire un livello di protezione elevato e uniforme sul piano europeo.

Domanda per un PF

Un'azienda, che vuole omologare un nuovo PF, fa domanda all'UFAG, che controlla se la documentazione inoltrata è completa e corredata di tutti gli studi necessari. A seconda dei casi la documentazione può essere molto voluminosa e può servire una ventina di classificatori per contenerla tutta. Se il fascicolo è completo, l'UFAG lo trasmette al competente ente di valutazione.

Dopo aver effettato la loro valutazione gli enti trasmettono il loro parere all'UFAG che è l'ente di omologazione dei PF. Su questa base l'UFAG decide se gli elevati requisiti per l'omologazione sono adempiuti. Se il PF è autorizzato, possono essere stabiliti ulteriori oneri o prescrizioni d'uso speciali. In tal modo si garantisce che l'applicazione corretta del PF non causi effetti collaterali inaccettabili per l'uomo, gli animali e l'ambiente.

Ultima modifica 07.09.2017

Inizio pagina

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/nachhaltige-produktion/pflanzenschutz/aktionsplan/zulassungsverfahren.html