Contesto svizzero

In Svizzera la sicurezza alimentare attualmente è garantita: le derrate alimentari sono costantemente disponibili in quantità sufficienti, la sicurezza delle derrate alimentari è elevata e i consumatori dispongono di sufficiente potere d'acquisto per coprire il loro fabbisogno giornaliero.

Lo conferma il fatto che le economie domestiche svizzere destinano, in media, solo il 9 per cento del reddito a loro disposizione all'acquisto di cibo. Si stima che un terzo delle derrate alimentari prodotte finisce nella spazzatura (food waste) e che la metà circa di tali rifiuti è da ascrivere ai consumatori. La produzione indigena di derrate alimentari è un pilastro fondamentale dell'approvvigionamento interno, ma anche le importazioni di alimenti sono importanti per garantire un approvvigionamento sufficiente ed equilibrato della popolazione.

Negli ultimi decenni, la produzione indigena è costantemente aumentata; l'agricoltura svizzera segna da anni volumi di produzione da primato. A causa della crescita demografica, però, è aumentato anche il consumo e, di conseguenza, il grado di autoapprovvigionamento (rapporto tra produzione indigena e consumo) negli ultimi anni è rimasto relativamente stabile attorno al 60 per cento. Il fatto che la Svizzera importi il 40 per cento circa delle derrate alimentari non significa che la produzione agricola indigena sia estensiva. Considerate le buone condizioni di produzione (ottima qualità dei suoli, precipitazioni sufficienti, disponibilità di mezzi di produzione), la Svizzera ha un’intensità di produzione e un livello di resa alti rispetto ad altri Paesi. Il notevole fabbisogno d'importazione è fondamentalmente dovuto all'elevata densità di popolazione, ovvero alla bassa disponibilità di superfici utilizzabili per l'agricoltura rispetto al numero di abitanti. La superficie arabile in Svizzera ammonta a soli 500 metri quadrati pro capite, corrispondente a solo un quarto della media internazionale. Due terzi circa della superficie agricola utile possono essere utilizzati esclusivamente come superficie inerbita a causa delle particolari condizioni topografiche o climatiche. Nel confronto internazionale, la Svizzera occupa il sesto posto nella lista dell'indice mondiale della sicurezza alimentare (cfr. link).

Grafik Ernährungssicherheit Inlandproduktion_Evoluzione della produzione indigena e del grado di autoapprovvigionamento 1990-2014
Evoluzione della produzione indigena e del grado di autoapprovvigionamento 1990-2014
Grafik Ernährungssicherheit Internationaler Vergleich_Confronto internazionale della superficie coltiva aperta per abitante 2012
Confronto internazionale della superficie coltiva aperta per abitante 2012

Informazioni complementari

Ultima modifica 29.05.2017

Inizio pagina

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/politik/ernaehrungssicherheit/aktuelle-situation/schweiz.html