Aumenta la domanda di sostituti della carne

Berna, 17.05.2021 - Negli ultimi cinque anni la domanda di sostituti della carne in Svizzera è aumentata costantemente. In questo periodo il commercio al dettaglio ha quasi raddoppiato la cifra d’affari relativa a preparati a base di soia e ad altri prodotti ricchi di proteine. Il consumo privato, però, dipende decisamente dal tipo di economia domestica. I sostituti della carne sono apprezzati soprattutto dalle famiglie giovani, benestanti, residenti nella Svizzera tedesca. Rispetto alla carne, quello dei sostituti della carne resta tuttavia un mercato di nicchia, come rivela uno studio di ampia portata dell’Ufficio federale dell’agricoltura.

Dal 2016 la domanda di sostituti della carne in Svizzera è fortemente aumentata. Lo scorso anno il commercio al dettaglio svizzero ha realizzato una cifra d’affari di 117 milioni di franchi vendendo questo gruppo di prodotti. Per un confronto, nel 2016 questa cifra d’affari ammontava a 60 milioni di franchi. In questo periodo quindi, con un tasso di crescita annuo medio del 18,4 per cento, il valore è quasi raddoppiato. Rispetto alla carne, quello dei sostituti resta però un mercato di nicchia, con una quota di mercato del 2,3 per cento nel commercio al dettaglio. Secondo lo studio dell’UFAG, particolarmente richiesti sono i burger a base vegetale. Nel frattempo, un burger su sei venduti nel commercio al dettaglio è a base vegetale. Se si considera tutto l’assortimento di sostituti della carne, la categoria comprendente prodotti classici come il tofu (a base di soia) o il seitan (a base di proteine del frumento), con 22.2 milioni di franchi, è tuttora il gruppo di prodotti con la cifra d’affari più alta.

Apprezzati dalle famiglie giovani e benestanti
L’acquisto di sostituti della carne da parte delle economie domestiche private è fortemente influenzato da caratteristiche socio-demografiche. La domanda delle famiglie che hanno fino a due figli, residenti nella Svizzera tedesca, il cui capofamiglia è di età inferiore a 50 anni nonché delle economie domestiche con un buon reddito e che risiedono in città è decisamente superiore. Al contrario, la domanda di sostituti della carne nelle aree rurali, nella Svizzera occidentale e delle famiglie a basso reddito è inferiore.

Potenziale per l’agricoltura svizzera 
Anche per l’agricoltura svizzera il mercato dei sostituti della carne offre un grande potenziale, in particolare per quanto riguarda la produzione di materie prime vegetali. Questa nicchia finora non è stata sfruttata. Al momento praticamente tutte le proteine vegetali necessarie per la produzione indigena di sostituti della carne vengono importate.


L’intero studio è disponibile online sulla pagina Internet dell’UFAG. L’analisi si basa sui dati del panel commerciale e dei consumatori di Nielsen Svizzera.

Lunedì 17 maggio 2021, dalle 13.30 alle 14.30, gli autori dello studio presenteranno i loro risultati online e saranno a disposizione per domande in merito. Non è necessario iscriversi. Il link all’incontro con la stampa è disponibile nell’elenco dei link.


Indirizzo cui rivolgere domande

Florie Marion, Responsabile Settore Comunicazione e servizi linguistici, tel. +41 58 461 14 41; Jonathan Fisch, Settore Comunicazione e servizi linguistici, tel. + 41 58 483 92 78.



Pubblicato da

Ufficio federale dell'agricoltura
http://www.blw.admin.ch

Contatto

Servizio stampa

Tel. +41 58 461 14 41
Tel. +41 58 483 92 78

 
 

media@blw.admin.ch

Stampare contatto

Abonnamenti alle news

Il servizio di abbonamento di www.news.admin.ch informa costantemente tramite e-mail sulle novità concernenti l'Amministrazione federale. Configurate il vostro menu di informazioni per tematiche o per mittente.

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/services/medienmitteilungen.msg-id-83512.html