Donne nell'agricoltura

Frauen_in_der_Landwirtschaft_Landwirtin_Bäuerin

Le donne pilastri dell'agricoltura grazie alle loro svariate attività in casa o in azienda

L'importanza delle donne nell'agricoltura è enorme: si occupano delle faccende domestiche e dell’educazione dei figli, spesso lavorano in azienda o si prendono cura di genitori e suoceri. Molte hanno anche una propria vita professionale al di fuori dell’azienda e impegni vari nel campo del volontariato.

Il ruolo delle donne in azienda è molto eterogeneo: alcune, essendone a capo, se ne assumono la piena responsabilità, altre se la spartiscono con un socio, altre ancora aiutano solo sporadicamente in fattoria o proprio non ne vogliono sapere.

Lo status giuridico delle donne nell'agricoltura, analogamente a quello degli uomini, dipende da:

  • status personale, regime dei beni e responsabilità (per le donne sposate),
  • status in base al diritto delle assicurazioni sociali (status AVS) o al diritto sul lavoro,
  • status in base al diritto aziendale e responsabilità,
  • rapporti di proprietà.

Fra le 150 100 persone occupate nell’agricoltura nel 2019, ben 54 000 erano donne (36 %), di cui quasi 3300 a capo di un’azienda. La maggior parte delle donne nell'agricoltura sono sposate e il marito generalmente gestisce l'azienda, di cui ne è anche proprietario.

Il dispendio settimanale delle donne nell’estate 2012 (dati più recenti) era ripartito nel modo seguente: in media 24 ore per l’economia domestica, 11 ore per la custodia dei figli, 3 ore per la cura di adulti malati o anziani e 6 ore per i lavori in giardino e delle aree circostanti. Dal sondaggio è risultato che le contadine dedicavano tempo anche all’azienda (22 h), all’amministrazione (4 h) e alle attività affini all’agricoltura (4 h). Il dispendio orario per l’attività lucrativa al di fuori dell’azienda è stato mediamente pari a 8 ore la settimana. Per i lavori di volontariato le contadine hanno impiegato in media 3 ore alla settimana.

Retribuzione pressoché inesistente per la collaborazione in azienda

La maggior parte delle donne rientra nella categoria dei membri della famiglia che collaborano in azienda senza retribuzione. Sta aumentando, però, il numero di quelle che hanno un proprio reddito AVS, sia per la loro attività professionale extraziendale sia come impiegate dell'azienda oppure come gestori indipendenti di un’azienda agricola o di un ramo aziendale. Ciò migliora anche la loro sicurezza sociale.

Pochi studi

Malgrado l'enorme valenza delle donne per l'agricoltura svizzera, soltanto pochi studi affrontano questa tematica. Con lo studio intitolato «Ruolo della donna nell’agricoltura», svolto nel 2002 su incarico dell’Ufficio federale dell’agricoltura, sono stati rilevati per la prima volta dati su scala nazionale, fondati dal profilo qualitativo e quantitativo. L’analisi è stata ripetuta in un contesto analogo dieci anni più tardi, nel 2012. Ora, per il 2022 è previsto un ulteriore importante studio nazionale, analogo a quelli del 2002 e del 2012.

Informazioni complementari

Ultima modifica 18.01.2021

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell'agricoltura UFAG Settore Ricerca, innovazione, valutazione
Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna

Esther Grossenbacher

Stampare contatto

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/politik/soziales/frauen-in-der-landwirtschaft.html