Svizzera e UE

La Svizzera, il Principato del Liechtenstein e l’UE costituiscono uno spazio fitosanitario comune in cui il materiale vegetale può essere trasportato liberamente (assenza di controlli sistematici al confine). In alcuni casi occorre tuttavia tenere conto delle restrizioni legali sintetizzate in questa pagina.

 

Scambi con l’UE

In linea di massima le merci soggette all’obbligo del passaporto fitosanitario (p.es. vegetali, v. sotto) possono essere importate in Svizzera o esportate nell’UE soltanto con un passaporto fitosanitario. Eccezione: se le merci sono importate nel proprio bagaglio personale, non è necessario un passaporto fitosanitario.

 

Invio

Le merci soggette all’obbligo del passaporto fitosanitario (p.es. vegetali, v. elenco precedente sotto «Scambi con l’UE») possono essere inviate per posta o tramite un servizio di corriere soltanto se accompagnate da un passaporto fitosanitario, ciò vale anche all’interno della Svizzera.

 

Zone di quarantena

Determinate merci provenienti da regioni della Svizzera e dell’UE, in cui è presente un organismo da quarantena, possono essere trasportate al di fuori di tali regioni soltanto se accompagnate da un passaporto fitosanitario.

 

Zona protetta per il fuoco batterico

Nel Canton Vallese meli, peri, cotogni e altre piante ospiti del fuoco batterico possono essere trasportati e ceduti all’interno di tale Cantone soltanto con un passaporto fitosanitario di zona protetta.

 

Informazioni complementari

Ultima modifica 08.01.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell’agricoltura UFAG Servizio fitosanitario federale SFF
Schwarzenburgstrasse 165
3003 Berna
Tel.
+41 58 462 25 50
fax
+41 58 462 26 34

phyto@blw.admin.ch

www.salute-dei-vegetali.ch

Stampare contatto

https://www.blw.admin.ch/content/blw/it/home/nachhaltige-produktion/Pflanzengesundheit/wasmussichbeachten/schweizundeu2.html